Forlì – Sabato 28 Settembre 2013

Auditorium Cariromagna, Via Flavio Biondo 16, Forlì (FC) – mappa

Obietivi e finalità del Convegno
Come operatori di servizi educativi, sociali e sanitari e di associazioni di volontariato avvertiamo il diritto/dovere di far sentire la nostra voce e proporre alla società, al Parlamento ed al Governo interventi che siano in linea con quanto da anni sosteniamo: occorre investire di più, e meglio, sui più piccoli, in particolare nei primi 1000 giorni di vita e già a partire dal concepimento. Siamo certi che questo investimento può contribuire, non meno che altri, ad una rinascita culturale, sociale, ed economica per la società tutta. Con questo convegno intendiamo lanciare un messaggio forte in questa direzione.
Vogliamo sottolineare sia i diritti dei bambini che le responsabilità degli adulti. Tutti noi, insieme, possiamo fare molto. Esperti di economia, di politiche sociali e di sviluppo del bambino chiariranno perché dobbiamo investire precocemente nell’età infantile. Amministratori, associazioni, operatori socio-educativi, culturali e sanitari ci diranno come è possibile farlo, a partire dalle tante esperienze nate e cresciute in diverse parti d’Italia. Inviteremo i rappresentanti del Parlamento, del Governo e, in particolare, la Commissione Infanzia.
E aspettiamo anche voi, tutti. Gli obiettivi che ci proponiamo con questo convegno sono:

  • diffondere e rinforzare la consapevolezza dell’importanza degli interventi precoci a supporto dello sviluppo cognitivo, emotivo e relazionale del bambino e della genitorialità sulla base delle evidenze degli effetti benefici di tali interventi, valorizzando le esperienze fatte nei diversi settori educativo, sociale e sanitario e sottolineando l’importanza di una collaborazione tra diversi servizi e discipline e l’efficacia del lavoro di rete;
  • valorizzare le esperienze fatte nei diversi settori educativo, sociale e sanitario e sottolineare l’importanza di una collaborazione tra diversi sevizi e discipline e l’efficacia del lavoro di rete
  • proporre azioni concrete a legislatori e amministratori.

Programma